COMMISSARIATO di CISTERNA ... la fiera delle Assurdità! Richiesta di intervento urgente

Riportiamo il testo della lettera inviata al Questore il 4 luglio 2018

Egregio Signor Questore,

La presente per portare alla sua attenzione quanto accade presso il Commissariato di Cisterna e chiedere al contempo un immediato intervento della S.V.

Intervento quanto mai necessario alla luce della situazione che viene a pi√π riprese rappresentata alla scrivente O.S.

Situazione che le riportiamo in pochi specifici punti:

1. RAPPORTI GERARCHICI RIGIDI, INADEGIATI E ANACRONISTICI

E' ben noto come sia ormai consolidata, l'idea, l'opinione, il convincimento , che, anche in un corpo militarmente organizzato, quale √® la Polizia di Stato, il modulo gestionale pi√π efficace e performante in termini di produttiva, sia quello della leadership orizzontale.

Lo stesso capo della Polizia Prefetto Franco Gabrielli, si √® soffermato in pi√π occasioni su tale ineludibile necessit√†, ben consapevole della necessit√† e della validit√† di tale approccio, che la gerarchia orizzontale sia un concetto ormai ineludibile e necessario se si vuole che le cose funzionino.

E' ormai infatti unanimemente riconosciuto come una struttura gerarchica orizzontale sia oggi estremamente pi√π valida in termini produttivi, rispetto ad una antiquata visione piramidale della scala gerarchica.

Ed è altrettanto unanimemente riconosciuto che l'obiettivo di un buon dirigente debba essere quello di creare una struttura armonizzata tra i dipendenti per riuscire a superare le complessità con cui oggi ci si confronta e quindi a creare strutture più forti ed efficaci.

Dunque, meno scale gerarchiche, maggiore agilità, strette e frequenti connessioni tra i diversi livelli di responsabilità, sono un obbligo se si vuole aumentare la responsabilizzazione dei dipendenti e quindi incentivarne l'impegno e l'attaccamento all'ufficio.

Ne consegue che la collaborazione a tutti i livelli è la vera e propria formula magica che ci può permettere di far rendere al meglio un ufficio, sia esso un commissariato, un ufficio della Questura o altro!

• solo gratificando chi lavora con noi otterremo il meglio

• solo motivando tutti gli operatori di un determinato ufficio otterremo risultati concreti e durevoli.

Presso il Commissariato di Cisterna invece si assiste ad un fenomeno del tutto contrario, posto che per quanto ci viene segnalato il dirigente di quell'ufficio, ritiene che in ossequio alla scala gerarchica debba relazionarsi "solo" col secondo in grado e che tale discorso debba valere per tutti i dipendenti, dunque l'agente si relazionerà con l'assistente, l'assistente col sovrintendente, il sovrintendente con l'Ispettore e via dicendo ...

Altro che gerarchia orizzontale! Ci troviamo di fronte ad una interpretazione della scala gerarchica rigida, che non si riscontra ormai neanche nei corpi militari.

Non possiamo non chiederci cosa ne penserebbe il Capo della Polizia che tanto insiste su questi argomenti!

E certo non si tratta di una questione di principio né di volersi sottrarre ai doveri che derivano dal riconoscimento della scala gerarchica, poiché è chiaro e lampante che siffatta impostazione, la mancanza di confronto col personale, la mancanza di condivisione nella ricerca delle soluzioni e nell'approccio alle criticità, genera problematiche a non finire come di seguito esponiamo.

2. SOLUZIONI KAFKIANE PER l'UFFICIO DENUNCE ...

Dopo aver eliminato di fatto l'ufficio denunce, a fronte della evidente necessit√† di assegnare personale a quelle mansioni si √® pensato bene di trasferire a quell'ufficio due colleghi ... peccato che dei due nuovi addetti all'ufficio denunce:

• uno è assente perché in malattia da mesi e già trasferito d'ufficio in altra regione (trasferimento che gli andrebbe notificato in caso di rientro in servizio)!?!

• E l'altro anch'egli assente a lungo termine e probabilmente in attesa di dispensa dal servizio!?!

Una volta rappresentata tale assurdità al dirigente (è evidente che era stata un'assegnazione sulla carta che non si sarebbe mai tradotta in realtà!!!) quale è stata la soluzione?? Semplice, spostarne uno e sostituirlo con un terzo collega... casualmente anche questo assente a lungo termine e probabilmente in attesa a sua volta di dispensa dal servizio!!!???!!!

Dunque ... facimm'a muina ... tanto .. le carte sono a posto (!?!)

MA NELLA SOSTANZA IL PROBLEMA RIMANE ...

3. INCOMPRENSIBILI SOLUZIONI PER LA RICEZIONE DEllE DENUNCE ... CON CONSEGUENTI ULTERIORI PROBLEMI

A fronte del fatto che, per come rappresentato, nella sostanza l'ufficio denunce presso il Commissariato di Cisterna non esiste ... quale strategia è stata adottata? Anche qui la soluzione è a dir poco originale ... le denunce di poco conto dovrebbero essere ricevute dal personale addetto alla PASI... quelle più rilevanti dovrebbero essere ricevute dal personale della P.G.

Chi stabilisce quale sia il criterio per stabilire la natura della denuncia? Non si sa ... Quali siano i criteri per definirle pi√π o men o importanti? Non si sa .. .

Ma la cosa più assurda è che i cittadini che si recano al commissariato per sporgere denuncia debbono spiegare via citofono per quale motivo intendano sporgere denuncia, IN MANIERA CHE L'OPERATORE POSSA DECIDERE ... VIA CITOFONO (?!?)

Motivo di tale disposizione? Sembra vi sia una tassativa disposizione che impone di non far sostare persone nell'atrio del commissariato (?!?)

Ne consegue che, per ulteriore disposizione ... e per asseriti problemi di sicurezza (?!?) , i cittadini che debbono recarsi negli uffici del commissariato, debbono attendere che il personale dell'ufficio interessato SCENDA A PRENDERE OGNI SINGOLO UTENTE PER CONDURLO/SCORTARLO ALL'INTERNO DELL'UFFICIO INTERESSATO ...

Tralasciamo tutti gli aneddoti quotidiani che ci sono stati puntualmente rappresentati, generati dalla mancanza di empatia/dialogo/condivisione tra dirigente e personale che contribuiscono a delineare uno scenario su cui è assolutamente necessario intervenire... posto che abbiamo personalmente constatato la crescente demotivazione/frustrazione del personale ...

Riteniamo quindi che sia assolutamente necessario un suo autorevole e drastico intervento ...

Intervento che questa O.S. auspica e le chiede espressamente ...

Le responsabilità vanno assunte a qualsiasi livello sia il dipendente di turno agente o Dirigente generale ...

Non si può assistere inerti ad un sistematico ed incomprensibile modulo gestionale che sta provocando solo danni. ..

Rimaniamo in attesa di necessari quanto urgenti riscontri...

Cordiali saluti La Segreteria Provinciale SIULP

Follow me!