BUONI PASTO, LA TELENOVELA CONTINUA E LA PAZIENZA STA FINENDO

√® l‚Äôennesima prova che sulla  nostra pelle tutti son bravi a parlare‚Ķ, a santificarci quando serviamo alle carriere di chi deve far carriera,  ma quando c‚Äô√® da passare ai fatti assistiamo sempre ad una insostenibile ignavia.

Cari amici, abbiamo appena appreso, che dopo FROSINONE e VITERBO, province in cui i buoni pasto vengono regolarmente elargiti ormai da mesi, anche a RIETI la situazione si è sbloccata e i colleghi hanno ripreso a a percepire i buoni pasto…

DUNQUE ALLA FINE NEL LAZIO SIAMO RIMASTI SOLO NOI… BUONI ULTIMI TRA GLI ULTIMI

E’ il segnale incontrovertibile del reale livello di sensibilità che c’è nei nostri confronti, altro che chiacchiere, tutti bravi a congratularsi per i nostri risultati, nessuno che si preoccupa dei nostri problemi REALI.

SENZA SOLDI NON SI CANTA MESSA… recita un antico detto, e forse a volte sarebbe davvero il caso di interromperla questa fiera dell’ipocrisia…, facendo sentire a tutti che la categoria ha ancora la forza di protestare e nel caso di far inceppare il meccanismo della sicurezza che si regge solo e soltanto sui nostri sacrifici e sul nostro senso del dovere!

Il SIULP sta presentando una formale e vibrata protesta al Questore ed al Prefetto di Latina, è insopportabile percepire quella che non può che definirsi noncuranza istituzionale nei nostri confronti….

Se la situazione non si sbloccherà in tempi rapidi il SIULP preannuncerà a Prefetto e Questore prossime e pubbliche forme di protesta.

La Segreteria Provinciale

Follow me!