Rivisitazione Convenzione …”sacchetto mensa”…

Prot. 33 /2019

Latina, 17 Maggio 2019

Oggetto: Rivisitazione convenzione.

Signor Questore,

con la presente, questa O. S. Le segnala una situazione a dir poco incresciosa rispetto, alla qualità ed alla composizione dei cosiddetti “sacchetti”, distribuiti al personale in occasione della gara ciclistica che ha percorso le strade della Provincia di Latina .

Come normativamente previsto, in relazione all’inizio degli orari di servizio, l’Amministrazione della P.S. come Lei ben sa, dispone la consumazione del pasto, in alternativa la distribuzione del “sacchetto” o ancora se il dipendente desidera può scegliere la soluzione di beneficiare del buono pasto o ticket.

Questa O.S. non intende attribuire responsabilità a nessuno circa il discutibile parsimonioso pasto all’addiaccio.

Tuttavia, la scarsità delle risorse economiche per quanto possano incidere negativamente sulla confezione dei pasti, non possono declassare la qualità del cibo, come spesso sta capitando, rendendolo a tratti stomachevole.

A dire dei colleghi comandati, i sacchetti preparati dal ristorante convenzionato, contenevano, due piccoli panini talmente molli, che sembravano essere di gomma, farciti con due fette di salame dal sapore sgradevole, una bottiglietta d’acqua ed in fine un frutto (mela-pera), che purtroppo nessuno ha potuto mangiare in quanto materialmente impossibile consumarlo poiché privi di apposita posata.

Oltre alle lamentele sulla qualità dei sacchetti, a questa O.S. sono giunte anche quelle relative alla distribuzione. Infatti sembra che il famoso sacchetto non sia arrivato a destinazione per tutti i dipendenti comandati né tantomeno pare che gli sia stato chiesto dal suo Ufficio se in alternativa avessero voluto il ticket.

Il S.I.U.L.P., denuncia questo stato di cose con la consapevolezza che i colleghi comandati di servizio oltre a restare fermi sul posto sotto una scrosciante pioggia in attesa del passaggio della corsa ciclistica non sono nemmeno riusciti a rifocillarsi.

Questa O.S., fa appello alla sua concretezza, chiedendole di rivedere l’appalto,evitando e sperando di non dover tornare su un argomento così sentito.

L’occasione è gradita per inviarLe distinti saluti.

Il segretario generale provinciale

Luigi IZZO

Originale agli atti

Follow me!