RESTIAMO UMANI... Appello all’Amministrazione

Come ormai da tempo constatato, la Questura di Latina viene messa ogni anno a dura prova, soprattutto nel periodo estivo a causa dell’incremento dei servizi di controllo del territorio e di ordine pubblico.

Ciò sottopone a stressanti carichi di lavoro il personale, già nei numeri esiguo quale conseguenza del blocco del turn over che ha causato una marcata diminuzione degli organici e, di contro un inarrestabile innalzamento dell’età media.

Ciononostante, dati alla mano la Questura ha continuato ad ottenere buoni risultati, merito non certo dei modesti e saltuari rinforzi estivi (posto che contestualmente, a fronte di pochi aggregati per limitato periodo, la Questura continua a mandare aggregati legati al fenomeno immigrazione senza soluzione di continuità), ma esclusivamente per merito dell’abnegazione e del senso del dovere dei colleghi che operano in Questura e nei vari Commissariati.

Se non si prende però immediatamente atto che i carichi di lavoro devono necessariamente tener conto della forza lavoro disponibile, la situazione rischia davvero di arrivare al collasso a causa del continuo raschiare il fondo del barile.

In questo periodo riscontriamo infatti come i servizi abbiano subito un evidente incremento, che produce il continuo distoglimento del personale dai loro uffici e che ha come ulteriore conseguenza l’accumulo di arretrato (pratiche/fascicoli) che sempre quel personale sarà poi costretto a smaltire.

Prendiamone atto una buona volta... siamo pochi, vecchi e acciaccati... con l’attuale organico la Questura riesce a malapena a coprire i normali turni di vigilanza/controllo del territorio, facendo fare i salti mortali ai colleghi e ripiegando sui doppi turni di lavoro (che spesso il sindacato fa finta di non vedere in uno slancio di responsabilità) o sullo straordinario programmato e non.

Il SIULP da anni si batte per un aumento adeguato di personale, evidenziando la costante carenza di uomini e mezzi.... e adeguata retribuzione (ad oggi giusto un anno e mezzo di straordinari arretrati da corrispondere al personale !!!) perché... è evidente... senza soldi non si canta messa!

Ma ahimè ... purtroppo, a fronte degli annunci ... la situazione non cambia, persino il piano di potenziamento che ha previsto 35 unità nel prossimo biennio costituisce solo l’ennesimo pannicello caldo, visto che andrà considerato al netto dei trasferimenti in uscita e dei pensionamenti, prima di poterlo giudicare un reale seppur minimo incremento!

Ad oggi a crescere sono state principalmente le richieste del Dipartimento, di servizi suppletivi dei nostri uomini o di aggregazione verso altre realtà territoriali (MINEO, CROTONE, SIRACUSA ecc...) lasciando scoperte le nostre, aumentando le difficoltà di chi resta in loco.

In tale disastrato contesto ci tocca registrare anche le contraddizioni dell’amministrazione, che se da un lato afferma di essere consapevole della situazione appena rappresentata, dall’altro dispone del personale manco fossimo un Reparto Mobile..

Il SIULP riceve continue e pressanti lamentele ... personale continuamente distratto dal suo ufficio per coprire i servizi di varia natura come O.P., Corpo di Guardia, scorte varie, Volante,pattuglioni: strade sicure, periferie sicure, controlli straordinari del territorio, ecc ecc.., ed è cosciente che quel personale non potrà continuare ad essere spremuto per effettuare servizi esterni in modo quasi continuativo, salvo poi chiedere agli stessi di svolgere contestualmente con efficienza e... senza ritardo (SIC!) le proprie mansioni amministrative, (rilascio dei passaporti che a dire dei colleghi, causa mancanza di personale viene consegnato solo dopo 40 giorni lavorativi, licenze armi e varie, permessi di soggiorno, DASPO, ammonimenti per stalking, pratiche legate alla violenze di genere, ecc ecc)

Le perplessità sono tante ... ad oggi l’unico risultato ottenuto è stato quello di indurre molti colleghi soprattutto nei commissariati a NON ADERIRE allo straordinario programmato... cosa che creerà non pochi problemi nell’assicurare la presenza h24 della volante...qualcuno dirà che è colpa del periodo estivo, noi diciamo invece che la corda a forza di tirarla si spezza...

Non sta a noi entrare nel merito del quanto e quanto personale comandare, né sta a noi stabilire quali e quanti servizi debbano prevedersi... il SIULP non può, non deve e non vuole - come già sottolineato allo stesso Questore - entrare in queste scelte ma PUO’, DEVE e VUOLE, lanciare un allarme ... il personale attualmente in servizio non è sufficiente a soddisfare le richieste avanzate dall’Amministrazione e... nel caso non ve ne foste ancora accorti... è stanco, sfiduciato, non comprende né condivide...

Attenzione dunque.. se si provoca uno scollamento tra vertice e base le conseguenze potrebbero essere inimmaginabili...

A nessuno gioverebbe ... per cui ... Restiamo Umani!

Latina, 17 giugno 2019

Il Segretario Generale Provinciale

Luigi IZZO

Originale agli atti

Follow me!