Lettera al Sig. Prefetto : Criticità utilizzo dei ticket restaurant elettronici della società REPAS

Prot. n. 40/2019

Latina, 20 giugno 2019

Oggetto: Criticità utilizzo dei ticket restaurant elettronici della società REPAS.

AL PREFETTO DI LATINA

e, p.c.

AL QUESTORE DI LATINA

AL SEGRETARIO GENERALE NAZIONALE DEL S.I.U.L.P.

Egregio Signor Prefetto,

con la presente La porto a conoscenza di una situazione a Lei probabilmente già nota, parlo delle problematiche inerenti i ticket restaurant o buoni pasto che dir si voglia.

Come è noto da alcuni mesi, a seguito del fallimento del vecchio concessionario, la fornitura dei buoni pasto viene erogata dalla società REPAS in forma digitale, attraverso cioè una apposita CARD rilasciata a tutti gli utilizzatori.

Purtroppo però, non abbiamo fatto in tempo a lasciarci alle spalle le problematiche create dalla vecchia società che già ne sono insorte di nuove con l’attuale.

Riceviamo infatti numerosissime segnalazioni dai nostri iscritti che lamentano come i buoni pasto della REPAS risultino difficilmente spendibili, posto che pochi esercizi sono convenzionati con tale società a causa sembrerebbe dei costi di gestione troppo elevati e, di conseguenza poco convenienti, e che tra quelli convenzionati quasi nessuno accetti il pagamento dell’importo totale con i buoni pasto, ricevendoli spesso per il solo 50% o addirittura per il 20%, e per finire gli stessi non sono spendibili al di fuori della Provincia di servizio, quindi in realtà chi ha una residenza diversa o viene comandato di servizio fuori sede materialmente non può usufruirne.

Tale stato di cose oltre a ingenerare disagio nello spenderli, pone gli appartenenti alla Polizia di Stato in situazioni alquanto imbarazzanti (si pensi infatti a quanto sia fastidioso giungere in cassa con i ticket e ricevere la risposta che con quei ticket è possibile pagare solo sino ad un determinato importo).

Capisco perfettamente che per alcuni quanto le rappresento possa apparire una questione di poco conto, ma, Le assicuro che non è così per gli appartenenti alla Polizia di Stato che si sforzano quotidianamente di avere un atteggiamento che dia lustro e decoro all’Istituzione e che poi si trovano in situazioni a dir poco imbarazzanti.

Premesso quanto sopra, e conoscendo la sua particolare sensibilità e vicinanza nei confronti delle Forze dell’Ordine, Le chiedo di porre in essere quanto necessario affinché la società REPAS assuma la responsabilità di rendere realmente fruibili i suoi ticket, affinché i poliziotti utilizzatori non debbano più trovarsi in sgradevoli situazioni come quelle appena descritte.

page2image8213952

In attesa di un cortese cenno di riscontro, l'occasione e' gradita per inviarLecordiali saluti.

Il Segretario Generale

Luigi IZZO

Originale agli atti

Follow me!