Squadra Volante e controllo del territorio…

OGGETTO:  Squadra Volante e controllo del territorio – rischi connessi all’ipotesi di affidare il rilevamento dei sinistri stradali a chi è deputato al controllo del territorio.

                           AL SIGNOR PREFETTO                                                  = S E D E =

                           AL SIGNOR QUESTORE                                                 = S E D E =

e p. c.                            

                          ALLA SEGRETERIA NAZIONALE SIULP                          = R O M A =

 

Egregi,

La presente per esprimere tutta la preoccupazione di questa segreteria provinciale rispetto alle direttive che sembra impongano al personale impiegato nel controllo del territorio (la volante ndr) di rilevare i sinistri stradali.

Orbene, non si tratta di posizione preconcetta, né di posizione assunta per partito preso, semplicemente riteniamo che sia ASSURDO immaginare… come qualcuno sta immaginando, che le volanti possano sostituire la polizia municipale o addirittura la Polstrada nella rilevazione dei sinistri stradali.

Perché attenzione… di questo si tratta, di sostituire altre istituzioni nel rilevare i sinistri di lieve/media entità… posto che crediamo e speriamo, che a nessuno sia ancora venuto in mente che la volante possa sostituire la Polizia Stradale nel rilevare i gravi incidenti stradali, se non altro perché per tali compiti esiste la specialità della Polizia Stradale con tanto di ufficio sinistri, un motivo deve pur esserci.

E guardate, non si tratta neppure di evitare di svolgere una determinata incombenza che certo non spaventa i colleghi della volante, quanto piuttosto di evitare di “bloccare” la volante in attività che (forse a qualcuno sfugge) non sono per nulla sbrigative, ma che rischierebbero al contrario di distogliere per un intero turno la volante dal suo compito essenziale …. il controllo del territorio.

Chiunque ha lavorato anche per un solo giorno in tale settore sa benissimo quanto assurdo e pericoloso sia un’idea del genere … la volante deve stare sul territorio, pronta ad intervenire eventualmente dove si sta consumando un reato… altri rilevino gli incidenti stradali… a ciascuno il suo … diceva Leonardo Sciascia nel suo celeberrimo romanzo !

Mi si permetta la franchezza, sembra l’ennesima trovata infelice per sopperire a problematiche in relazione alle quali ben altre soluzioni andrebbero proposte.

E’ evidente che il problema deriva dalla mancanza di una adeguato impiego della Polizia Municipale e da un mancato turn over nella sezione di polizia stradale, rimasta al palo nei movimenti di personale da troppi anni.

Ma le soluzioni non si improvvisano, altrimenti i problemi anziché risolverli, aumentano … non vorremmo mai che un reato grave che si poteva impedire si consumasse perché la volante, magari l’unica in servizio in un determinato giorno, non possa intervenire perché “fermata” nel rilevare un normale tamponamento..

Il SIULP auspica davvero una riflessione ulteriore su un tema così delicato… non togliamo la Volante ai cittadini!!

 

Latina 2 novembre 2019

Il Segretario Generale Provinciale

Luigi IZZO

Follow me!