Questura di Latina – Ufficio Sanitario

AL SIGNOR QUESTORE

SEDE

Signor Questore,

   il 24 dicembre u.s., questa O.S. è stata informata dal proprio delegato che, presso il Comm.to di Gaeta vi era un cluster di colleghi verosimilmente positivi al covid 19. 

    Immediatamente ci siamo attivati, apprendendo dopo qualche giorno che, nella giornata del 30 dicembre, il sanitario della Polizia unitamente a personale dello stesso ufficio, vista la situazione, si sarebbe recato in Gaeta per eseguire i tamponi a tutto il personale.

   Proprio così.. nella mattinata odierna abbiamo appurato che il Dott. CARDARELLO, unitamente ai colleghi del sanitario hanno effettuato ben 26 tamponi, per fortuna risultati tutti negativi al test.

    Ringrazio a nome di tutte le donne e gli uomini in uniforme, per aver accolto l’appello del Siulp al fine di sottoporre i poliziotti di Gaeta ai test rapidi Covid-19, auspicando che tale profilassi sia prevista a distanza di qualche settimana con le stesse modalità e non solo in presenza di potenziali cluster.

   Signor Questore, mettere in sicurezza chi è più esposto in prima linea in questa guerra contro un nemico invisibile ed estremamente insidioso, è una priorità inevitabile.

   Abbiamo purtroppo dovuto constatare come il coronavirus sia riuscito ad infettare le lavoratrici/lavoratori di Polizia, durante le doverose attività di servizio negli uffici aperti al pubblico, nei servizi di ordine pubblico, di vigilanza e/o controllo del territorio in generale.

   Le numerose precauzioni poste in essere pur essendo un deterrente restano secondo noi un mero consiglio, posto che le linee guida sono difficilmente adattabili “sic et simpliciter” alla concreta operatività della Polizia di Stato.

   Signor Questore, non è nostra intenzione sollevare polemiche, soprattutto oggi, non siamo abituati, ma ci è impossibile dimenticare la totale mancanza di mascherine durante la c.d. prima ondata, in particolar modo per gli operatori del controllo del territorio, della Polizia Stradale e specialità in genere, ricordiamo bene che non vi era disponibilità di D.P.I., e questa O.S. il 1° Aprile si rese disponibile donando al sanitario 1000 mascherine uso chirurgico, affinché potessero essere consegnate ed utilizzate da tutti i colleghi.

   Ancor meno non dimentichiamo le fuorvianti indicazioni iniziali fornite dall’Amministrazione Centrale alle operatrici/operatori di Polizia, quando nel mese di Marzo gli veniva “categoricamente” intimato di non indossare la mascherina al fine di non creare un “ingiustificato allarmismo” nella collettività, nonché la totale assenza di tamponi e misure analoghe. 

 Ovviamente tutto ciò non può essere imputabile a nessuno, attesa la scarsissima conoscenza di questo virus.

   Signor Questore, malgrado tutto, oggi vogliamo esaltare con profonda stima, la volontà, la professionalità nonché l’umanità del Dott. CARDARELLO e quella dei suoi collaboratori, a cui va il nostro grande plauso e ringraziamento per tutto quello che hanno fatto e dato ai colleghi.

  Nonostante ciò, siamo certi di superare questo brutto momento storico che, volendo o nolente sta caratterizzando la nostra esistenza, ma nello stesso tempo siamo consapevoli che purtroppo non tutto è stato fatto, causa anche il sovraccarico di lavoro dei colleghi.

Prot. 97/2020

Latina, 30 dicembre 2020 

      IL Segretario Generale
Luigi IZZO

Originale firmato agli atti

Follow me!