Sezione Polizia Stradale Latina. Criticità operative – rapporti interpersonali.

COMUNICATO CONGIUNTO

AL SIGNOR DIRIGENTE
IL COMPARTIMENTO POLIZIA STRADALE LAZIO – UMBRIA – R O M A

e,p.c.

AL SIGNOR QUESTORE DI – L A T I N A
ALLE SEGRETERIE NAZIONALI S.I.U.L.P – S.A.P. – R O M A

Egregio Signor Dirigente,

la presente per portare alla Sua attenzione le lamentele giunte presso le predette Segreterie, legate agli impegni assunti e mai mantenuti dal Dirigente della Sezione Polizia Stradale di Latina, in merito all’impiego dei colleghi.

Assistiamo giornalmente ad uno svilimento delle funzioni, della professionalità, il tutto a discapito del personale e dei Capo Ufficio, questi ultimi costretti ad aderire a disposizioni verbali che, da vox populi, pare provengano dal Dirigente della Polstrada pontina.

Signor Dirigente, non vogliamo credere che il suo reggente non sia a conoscenza di queste circostanze, tuttavia non possiamo pensare che i colleghi e gli stessi delegati non lo abbiano più volte messo al corrente nel tentativo di creare una sana e corretta collaborazione.

Oltre ad essere fiduciosi speriamo che celermente sia presa ogni utile decisione, giacché comprendiamo che nulla è cambiato rispetto a quanto auspicato, al contrario sembra di essere tornati indietro anni luce.

Ci spiace stigmatizzarlo, ma è impensabile che la Polizia Giudiziaria di una Sezione sia abbandonata a se stessa…

Carissimo Dottore, ad oggi il suddetto ufficio conta un solo operatore… e sa chi è?? il Responsabile della medesima Polizia Giudiziaria, tutto ciò le sembra normale???

Qualche buon pensante pare abbia cercato di aggregare un operatore del ruolo degli Ispettori, ma lo stesso per problemi di salute e ferie si è assentato per lunghi periodi.

Come è pensabile che il responsabile della P.G., oltre a far fronte alle necessità giornaliere del suo ufficio debba eseguire ordini superiori che hanno tutta l’aria di una gestione personalizzata???

Egregio Signor Dirigente, non parliamo poi dell’Ufficio Infortunistica, dove il Capo Ufficio, un Ispettore Superiore con considerevole esperienza, viene sistematicamente messo alla berlina.

Difatti in merito alla gestione degli incidenti stradali in trattazione, le decisioni finali assunte, non dal Capo Ufficio, appaiono a detta dei colleghi al quanto discutibili….

Su questo punto riteniamo non andare oltre!!

Altra nota dolente che ci viene rappresentata, è la sistematica raccolta dei numeri di targa delleautovetture in sosta nel parcheggio riservato antistante la caserma (tutte di proprietà dei colleghi n.d.r.)…

Orbene, quest’ultima operazione viene materialmente concretizzata dagli operatori comandati presso il corpo di guardia, i quali successivamente alla rilevazione hanno l’obbligo di verificarne il proprietario tramite il P.R.A.

Caro Dottore, ci domandiamo, qual è il fine??? Gli accertamenti che fine fanno???
Come sono utilizzati e da chi???
Quale altra utilità se ne può’ trarne???

Signor Dirigente, a Lei le conclusioni… E’ impensabile che il Capo Ufficio verbali sia privato della funzione di responsabile del procedimento amministrativo.

Ci chiediamo dunque, chi ricopre questa carica????

Non certamente l’attuale responsabile dell’Ufficio verbali che, come testimonianza delle sue capacità, venga di fatto invitato a rilevare le targhe dei veicoli in sosta presso il suddetto parcheggio.

Signor Dirigente, vogliamo parlare dell’Ufficio Tecnico logistico???? Tutt’oggi privo di un responsabile, benché da anni guidato da un Sovrintendente Capo facente funzioni…

Perché non si ufficializza la nomina?? Chi è destinato a ricoprire tale incarico?? Cosa si sta aspettando??

Riteniamo di aver concluso… per il momento, ma non le nascondiamo che ci sarebbe ben altro da scrivere.

Carissimo Dottore, in realtà i colleghi a più riprese ci hanno fatto constatare la mancanza di aspetti decisionali rispetto a chi è preposto a dirigere la Sezione e le UU.OO.DD., che, a quanto pare, sembra avere abdicato ogni decisione ad un suo subordinato, il quale con la sua condotta sta creando incertezza, mettendo a dura prova la tranquillità dei colleghi.

Egregio Signor Dirigente, queste OO.SS. auspichiamo un suo autorevole quanto deciso intervento, finalizzato non solo a comprendere le ragioni di quel che accade, ma soprattutto per ristabilire il rispetto delle persone e delle relative funzioni, dopodiché, se nel frattempo nulla dovesse avvenire queste OO.SS. saranno costrette a far intervenire il superiore Dicastero.

Cordialmente.

Latina 08.02.2021

Le Segreterie Provinciali
S.I.U.L.P. S.A.P.

Follow me!